ipnosistemica


ipnosistemica

I disturbi psicosomatici (quali ad esempio ansia, disturbi del sonno, burn-out, iperventilazione, dolori muscolari diffusi senza correlato clinico, ecc.) sono l’espressione di uno squilibrio  nella nostra vita. I cosiddetti “sintomi” sono un tentativo del nostro corpo di comunicare un “bisogno” da noi represso o insoddisfatto, perché considerato inadeguato.

Il primo passo sulla via della guarigione consiste nel riconoscere innanzitutto questa parte di noi e a integrarla. Poiché spesso la causa è “inconscia”, dobbiamo in primo luogo individuare i metodi corretti per raggiungere i meandri del nostro cervello e della nostra psiche che sfuggono al nostro controllo. In questi casi, il linguaggio da utilizzare non è tanto quello della parola e della logica, quanto quello delle immagini. In casodi attacco di panico, non servirebbe an nulla imporsi di calmarsi. Se improvvisamente  si alzasse la pressione, non servirebbe a niente dire al proprio corpo di farla scendere.

Ciò che invece potrebbe aiutarmi, sarebbe per esempio la facoltà di immaginarmi di essere in un luogo meraviglioso, dove io mi senta protetto e sostenuto. Si tratta perciò di ricollegarci al nostro corpo,  prestando attenzione a tutti i nostri bisogni, in modo da imparare a regolarne le reazioni. 

L' ipnosistemica è una combinazione dell' aspetto sistemico (dove tute le interazioni vengono valutate e il loro effetto su di me) e del ipnosi. L' ipnosi lavora nella nostra parte incoscia ed ha un linguaggio fatto di immagini.